Misera, non credea ch'a gli occhi miei (Giaches de Wert)

From ChoralWiki
Jump to: navigation, search

Music files

L E G E N D Disclaimer How to download
ICON SOURCE
Icon_pdf.gif Pdf
Icon_snd.gif Midi
File details.gif File details
Question.gif Help
  • (Posted 2015-01-01)   CPDL #34003:     
Editor: Allen Garvin (submitted 2015-01-01).   Score information: Letter, 6 pages, 167 kB   Copyright: CC BY NC
Edition notes:

General Information

Title: Misera, non credea ch'a gli occhi miei
Composer: Giaches de Wert
Lyricist: Torquato Tasso

Number of voices: 5vv   Voicing: SSAAB
Genre: SecularMadrigal

Language: Italian
Instruments: A cappella

First published: 1586 in L'ottavo libro de madrigali a cinque voci, no. 8

Description:

External websites: Parts and source available at IMSLP.

Original text and translations

Italian.png Italian text

Misera, non credea ch'a gli occhi miei
Potessi in alcun tempo esser noioso.
Or cieca farmi volentier torrei
Per non vederti, e riguardar non oso.
Oimè de' lumi già sí dolci e rei
Ov' è la fiamma? ov' è il bel raggio ascoso?
De le fiorite guance il bel vermiglio
Ov' è fuggito? ov' è il seren del ciglio?

Ma che? squallido e scuro anco mi piaci,
Anima bella, se quinci entro gire,
S'odi il mio pianto, e le mie voglie audaci
Perdona il furto e'l temerario ardire:
Da le pallide labra i freddi baci,
Che più caldi sperai, vuo' pur rapire;
Parte torrò di sue ragioni a morte,
Baciando queste labra esangui e smorte.