18 Canons (Antonio Caldara)

From ChoralWiki
Jump to navigation Jump to search

Music files

L E G E N D Disclaimer How to download
ICON SOURCE
Icon_pdf.gif Pdf
Icon_snd.gif Midi
MusicXML.png MusicXML
Finale.png Finale
File details.gif File details
Question.gif Help
  • CPDL #12702:        (Finale 2002)
Editor: Benoît Huwart (submitted 2006-09-27).   Score information: A4, 6 pages, 98 kB   Copyright: Public Domain
Edition notes: MusicXML source file is in compressed .mxl format.

General Information

Title: 18 Canons
Composer: Antonio Caldara

Number of voices: 4vv   Voicing: SATB
Genre: SecularCanon

Language: Italian
Instruments: a cappella

First published:

Description:

External websites:

Original text and translations

Italian.png Italian text

1.
Sua via cantemo à spente, à spente.
Questa è la moda de molta zente.
Ne metter ose più no, no, no, no, se sente.

2.
Ah, che il destino, mio bel tesoro,
altro che pene non ha per me
A te vicino, d'amor mi moro
non omai bene lontan da te.

3.
Voi sole, voi sole o luci
belle amor per me formo.
Voi sempre amate stelle,
voi sole, coi sole adorero.

4.
E cosa mala aver sempre sventure sempre sventure,
e di dover soffrir molte, molte sciagure.
Son co se in vero, in vero molto, a cer be e du re.
Lo so ben' ioche, incor sempre, sempre, ho punture.

5.
So che vanti, un cor ingrato piu non spero innamorarti. Ne ti posso abbandonar.
Questo o Nice è il nostro fat io, son nato par amarti, tu per far mi sospirar.

6.
Do re mi fa sol la sol fa mi il letto.
Il sonno mihà preso questo, questo è il mio diffetto, è il mio diffetto.

7.
Do re mi fa sol la sol fa mi il letto.
Fà presto che si benedetto.
Fà presto, presto presto, accio che dorma il povertto.

8.
Beveria del Tocai se me nè dessi, un puoco;
anca mi, anca mi che no son gallioto.
Demene, demene, demene, demene, solo goto.

9.
Coss' è, vi sù stè allegramente!
Lassè, lassè, che dogia el dente!
Vè son visin e mio no sento gnente.
Ohime' Me diol, me diol el dente.

10.
Senza far alcun lamento,
vorrei pur, vorrei pur esser contento,
voria pur esser, voria pur esser, esser voria contento.

11.
Finila, vè prego, no mè fè piu penar.
Sbrighela vedigo, no mè fè abbandonar.

12.
No me fè andar in colera, in colera! Che vè ne pentire, bè ne pentire.
In colera sion in colera, eh via no fè, no no no fè.
Sion in colera sion in colera, eh via no fè, no no no fè.

13.
Che bel contendo veder due cori senza rancori che uniti stà.
Non han tormento, no han dolori, no han timori d'infedelta.

14.
Non so se sdegno sia, non so sia pieta,
qulla che l'alma mia cosi turbando và.

15.
Che gusto'è mai questo compare :
magnare, e bever ben presto
quando fà caldo ben.
Magnemo, bevemo bevemo vià,
che po balleremo,
balleremo, balleremo.
Alle grisi compare,
chiamemo la commare,
che ballera, che ballera con nù..

16.
Son poverel
è vero,
Pazienza,
Pazienza!

17.
Alla caccia, andiamo, andiamo!
Trum, trum, trum, trum, trum, trum, trum!
E li cignali amazziamo.

18.
Il Dio d'amore sempre ferisce il Core,
mà, un bon liquore smorza il dolore,
beviamo dunque, beviamo senza timore,
alle grisiamo, beviamo, à tutte, tutte ore.

 

French.png French translation

15.
Quel plaisir que celui-ci, compère :
manger et boire bien vite
quand il fait chaud.

Mangeons, buvons, buvons, allez !
et après nous danserons, danserons, danserons.

Soyons joyeux, compère ! Appelons notre commère
qui dansera, dansera avec nous.